Bologna

Le esigenze di chi pratica attività fisico-sportiva in modo non organizzato

Per l'amministrazione pubblica 2011

Un’indagine condotta dalla Regione Emilia Romagna ha messo in luce un deciso spostamento dei praticanti di attività fisico sportiva verso la scelta di svolgerla in modo del tutto autonomo, al di fuori dai corsi organizzati da associazioni e polisportive sostenute dalle istituzioni, così come dalle strutture private. L’ente ha avuto quindi la necessità di comprendere come poter riorientare in modo adeguato ed efficace parte degli stanziamenti dedicati allo sport verso questo segmento di cittadinanza. La finalità di conoscere più approfonditamente la realtà della pratica motorio-sportiva svolta in modo autonomo è stata perseguita attraverso il contatto, con gli strumenti della ricerca qualitativa motivazionale, con le persone più direttamente interessate al fenomeno. Le rilevazioni hanno messo in luce alcuni punti chiave da considerare nella progettazione di nuovi interventi di politica pubblica per il sostegno dell’attività fisico-sportiva non organizzata in Emilia Romagna.

Field qualitativo; 2011